Cos’è Make Something Week

Un movimento globale di persone che scelgono di creare insieme, invece di comprare. Il consumo eccessivo danneggia il Pianeta! Partecipa agli eventi nella tua città!

  • MAKE SMTHNG Week è “creare” qualcosa per un mondo migliore

Pensi di aver fatto un affare comprando qualcosa che non ti serve? Per ogni cosa che compri ce n’è un’altra che finisce nella spazzatura, distruggendo il nostro Pianeta. Invece di uscire a fare shopping, accetta la sfida di Make Something Week: riscopri la bellezza di condividere, riparare e creare insieme agli altri. Insieme, trasformeremo vecchie cose in qualcosa di nuovo e sperimenteremo alternative creative ai prodotti usa e getta che stanno soffocando i nostri mari.

Make SMTHNG Week è in tutto il mondo

Dal 23 novembre al 2 dicembre daremo vita ad un festival internazionale del “fare”, che vuole sfidare la cultura del consumismo sfrenato. Partecipa agli eventi nella tua città. Insieme a partner come Giacimenti UrbaniFashion Revolution, Zero Waste Italy, la Fab Labs community, The Restart Project#breakfreefromplastic, maker, creativi e persone come te possiamo aiutare il nostro Pianeta scoprendo il piacere di farlo insieme ad altri, con creatività.

COSA PUOI FARE

Tanti di noi amano lavorare con le proprie mani, creare e riparare. C’è tutto un mondo da scoprire prima di correre a comprare qualcosa che realmente non ci serve o potremmo farci da noi: puoi dare una nuova vita a vecchie scarpe e vestiti, riparare il tuo vecchio telefono, riorganizzare la tua casa per ridurre il consumo di plastica o trovare alternative creative ai classici prodotti usa e getta. Unisciti al movimento e fai qualcosa…senza comprare niente!

Condividi quello che sai fare: sarai di ispirazione per altri!

Organizza il tuo evento!

  • AAA maker cercasi! Sei un maker e vuoi condividere quello che sai fare creando il tuo evento? Fai parte di un FabLab, un giardino urbano, un laboratorio di cucito, un negozio di artigiani o uno spazio creativo e vuoi fare la differenza insieme alla tua community? Condividi quello che sai fare, riunisci artisti e maker intorno a te e unisciti alla Make Something Week!

Registra il tuo evento nel nostro CALENDARIO

Entra nella nostra community!

  • Vuoi imparare di più su come ridurre gli sprechi, sulla moda sostenibile, o a dare una nuova vita alle cose che già possiedi? Usa la tua voce per condividere con altre persone i messaggi della Make Something Week. Seguici sui social e condividi i nostri post!

Condividi le tue idee!

Usa la tua voce per far crescere la community Make Something Week. Pubblica le foto e i video tutorial delle tue creazioni sui tuoi profili social. Condividi le tue idee più creative e utili soluzioni per un mondo senza l’Usa e getta. Fatti trovare!

Usa gli hashtag #MakeSmthng #makesomethingweek #plasticfree.

MAKE SMTHNG - EVENTS

Tanti di noi amano lavorare con le proprie mani, creare e riparare. C’è tutto un mondo da scoprire prima di correre a comprare qualcosa che realmente non ci serve o potremmo farci da noi: puoi dare una nuova vita a vecchie scarpe e vestiti, riparare il tuo vecchio telefono, riorganizzare la tua casa per ridurre il consumo di plastica o trovare alternative creative ai classici prodotti usa e getta. Unisciti al movimento e fai qualcosa…senza comprare niente!

Condividi quello che sai fare: sarai di ispirazione per altri!

Linee guida

Tutto quello che devi sapere per creare il tuo evento MAKE SMTHNG Week!


Linee guida fundraising

Per i partner esterni senza il coinvolgimento di Greenpeace

Design Templates

Usa i file in download per creare la tua campagna e condividere le tue iniziative


Press Kit

Vuoi contattare i media locali? Qui puoi trovare i nostri suggerimenti


Il brand di Make Something Week è free for use!

Usa i file in download per creare la tua campagna e condividere le tue iniziative. Inizia ora! Maker, artisti e persone come te hanno realizzato tutorial e video creativi. Guarda, impara e inizia subito a creare!

Un movimento globale di persone che scelgono di creare insieme, invece di comprare. Il consumo eccessivo danneggia il Pianeta! Partecipa agli eventi nella tua città!

  • MAKE SMTHNG Week è “creare” qualcosa per un mondo migliore

Pensi di aver fatto un affare comprando qualcosa che non ti serve? Per ogni cosa che compri ce n’è un’altra che finisce nella spazzatura, distruggendo il nostro Pianeta. Invece di uscire a fare shopping, accetta la sfida di Make Something Week: riscopri la bellezza di condividere, riparare e creare insieme agli altri. Insieme, trasformeremo vecchie cose in qualcosa di nuovo e sperimenteremo alternative creative ai prodotti usa e getta che stanno soffocando i nostri mari.

Make SMTHNG Week è in tutto il mondo

Dal 23 novembre al 2 dicembre daremo vita ad un festival internazionale del “fare”, che vuole sfidare la cultura del consumismo sfrenato. Partecipa agli eventi nella tua città. Insieme a partner come Giacimenti UrbaniFashion Revolution, Zero Waste Italy, la Fab Labs community, The Restart Project#breakfreefromplastic, maker, creativi e persone come te possiamo aiutare il nostro Pianeta scoprendo il piacere di farlo insieme ad altri, con creatività.

Greenpeace exists because this fragile earth deserves a voice. It needs solutions. It needs change. It needs action.

#breakfreefromplastic is a global movement of nearly 1300 organizations envisioning a future free from plastic pollution.

Fashion Revolution is a global movement that celebrates fashion as a positive influence while also scrutinizing industry practices and raising awareness of the fashion industry’s most pressing issues.

Shareable is a nonprofit media outlet and action network that empowers people to share for a more resilient, equitable, and joyful world.

Arts Thread is a digital platform worldwide for emerging artists and designers that hosts our joint design competition to “Disrupt Black Friday”.

1300 Fab Labs as technical prototyping platforms are located in almost every major city in the world.  The FAB City is a global project to develop locally productive and globally connected self-sufficient cities.
www.fab.city

The Restart Project is a social enterprise that aims to fix our relationship with electronics, while preventing e-waste. They promote Restart Parties, community repair events where people teach each other how to repair their broken devices.

fff – future fashion forward coordinates Fashion Revolution in Germany and engages within German structures a change for a more transparent and sustainable textile industry. Fff creates events, platforms, networks and education to connect science, politics, economy and society.

Giacimenti Urbani Association, is based on the principles of cooperation, respect for the environment, the territory and people and brings together people that promote sustainable living, waste reduction, soft mobility and all lifestyles consistent with this objective. Reuse, repair, recycle and counteract climate change.

Zero Waste Italy provides contacts, skills and training to Italian Zero Waste initiatives such as the Zero Waste Research Center of the municipality of Capannori, with Ambiente and Futuro, with Anpas Nazionale and with the Volunteering and Participation Center of Lucca. It also links the Italian Zero Waste Initiatives with European and global networks, promoting 10 STEPS TO ZERO WASTE. 

The first Fab Lab in Hamburg was founded in 2011 in Hamburg’s busiest district: St. Pauli. Today its a meeting point for many people who want to use the typical Fab Lab machines or to start projects with other people. Originally initiated from the cross-issue Right to city movement, Fabulous St. Pauli follows the motto: The city is our factory!

“Buy Responsibly Foundation” is a Polish organization focusing on of sustainable development and environmental protection, responsible consumption and production, as well as respect for human rights and environmental principles in business. It has been active since 2002: first as a programme of the Polish Green Network, and since January 2014 – as an independent foundation. FB, IG, FB Event

Ambassadors

Welcome 2018 MAKE SMTHNG Ambassadors! Ambassadors are exceptional event organizers and online influencers that support the maker movement in their local communities, and are more intimately involved in MAKE SMTHNG Week planning.

João Leão, VIVA Fab Lab (Portugal)
Leão is a Product Designer and Co-founder of VIVA Fab Lab situated in Portugal. VIVA is a hub to promote Education, Design and Innovation in the maker community.

Jennifer Refat, Craftic (Canada)
Jen is the founder of Craftic, a platform and community where you can find and share fun DIY projects and creative inspiration that will help you use up your craft supplies!

Marlena Sdrenka – Zero Waste Plant Power (Germany)
Sustainability consultant Marlena runs Zero Waste Plant Power, a knowledge hub for all things around zero waste, plastic-free life, sustainable consumption and minimalism and is the founder of Zero Waste Germany.

Monika Krawczykowska – Slogan Ethical & Vegan Clothing (Poland)
Sustainable Fashion Designer and founder of Slogan clothing brand. She is an eco fashion activist, Greenpeace volunteer and DJ at the weekends.

Jo Xiaozhou Zhang (Brisbane)
Jo is a former Greenpeace MAKE SMTHNG / Detox Campaigner and is now working for women leadership in Brisbane, Australia, where she supports MAKE SMTHNG by organizing workshop events.

Ellen Mulcrone (UK)
Ellen is a multi-media visual artist, creating installation spaces that alter in some way our perception. Through these spaces, stillness, reflection and introversion is celebrated.

Kate, Time to Sew (UK)
Kate sews her own clothes and sometimes makes quilts for charity. She believes sustainability is available to everyone, you just need to start with doing one thing! Read about fabrics and going-ons in sustainable fashion and sewing over at Time to Sew.

Prof. Martina Glomb (Germany) 
Socialized in the punk scene, she dared to realize her passion for extreme and DIY fashion. She works as a professor at the University of Hannover with a focus on slow fashion and founded the Use-Less Centre for sustainable design strategies, against waste and ugly clothing.

Paula and Mariángeles Aguirre (Germany)
tHERAPY Recycle and Exorcise is a sustainable and alternative, gender-free, season-free and size-free fashion project based in Berlin, Germany and Córdoba, Argentina, ran since 2012 by two sisters separated by the Atlantic Ocean, but united by this passion.

Lauren McCrostie, actress and green bean enthusiast (UK)
Lauren is a reusing enthusiast and passionate about communicating the importance and delights of sustainable living. Her ‘happy helpful homework’ newsletters  offer handy hints and tips in becoming more mindful consumers. IG Newsletter


Nina, The Minimalist Ninja (Germany)
Nina runs The Minimalist Ninja, a YouTube channel, and blog about minimalism, frugal living, vegan travel, sustainable consumption and heaps more. She loves spreading the word about all the good stuff and is obsessed with peanut butter.

Natalia Martinez Sagan (Argentina)
Natalia Martinez Sagan is an Argentine interdisciplinary artist and educator specialized in sustainability, based in New York. She is also a Climate Reality Leader, trained by former US Vice President and Nobel Prize Laureate, Al Gore. IG @martinezsagan


Heath Nash (South Africa)
Heath is an artist and designer best known for his innovative use of materials traditionally referred to as ‘waste’. He runs Our Workshop in Cape Town, a shared, free-to-use space to create opportunities for cultural and racial integration in post-apartheid South Africa.

Bina (Germany)
On her blogazine stryleTZ Bina writes about fair fashion, veganism and sustainability. I would like to show how cool it can be to dress differently and that sustainable fashion is not a renunciation.

Oscar Díaz, Fablab Yucatán (Mexico)
Architect and co-founder of Fablab Yucatán, a fabrication lab focused on people’s access to technology. He has also begun to articulate the global Fab City initiative through strategies of circular economy, technology, social innovation and prototyping.

Belén, Pira (Belgium)
Belén is the co-founder of Pira, a platform that shares accessible information and tips about sustainability for deaf people worldwide. “The best way to make the deaf people understand the importance of sustainability is talking in their own language: sign language“

Tara, Paper Theory (London) 
Tara, the founder of Paper Theory creates contemporary, design led sewing patterns and online tutorials as a simple solution to help people create their own sustainable wardrobes. Enabling them to dip out of fast fashion without having to dip out of fashion all together.

LizBeLiz (London)
Elizabeth Joseph specialises in acrylic accessories Workshops. She is setting up the ‘Tea, Cake & Acrylic Accessories Club’, where she’ll show us how to fix, and upcycle broken or unworn accessories using laser cut shapes and charms made from acrylic. www.lizbeliz.com

Amber Riedl from Makerist (Canada / Berlin)

Amber Riedl founded Makerist, a crafting platform with inspiration for sewing, knitting or DIY projects from hundreds of independent designers – and of course she is a passionate maker herself. Follow her also on FB.

Shia / Wasteland Rebel (Germany) 

Blogger and book author Shia and her husband Hanno have been living zero waste for four years now. On Wasteland Rebel she shares practical tips for avoiding waste and reducing your own ecological footprint.

Viktoria/Naturlandkind (Germany)

Viktoria from @naturlandkind writes about sustainable alternatives and offers tips and inspiration. She is especially committed to alternatives to plastic and is passionate about DIY tutorials!

Di Lu Yen Roloff

120.000 telefoni cellulari venduti in un minuto, 1 miliardo di oggetti venduti in un giorno: questa è la realtà del Singles Day, la giornata dello shopping online più grande del mondo, che si tiene l’11 novembre ogni anno.

Creato dalla compagnia cinese Alibaba nel 2009, Singles Day è divenuto un grande evento per gli spendaccioni cinesi e internazionali: durante questa giornata i consumatori virtuali partecipano a una massiccia attività commerciale di 24 ore. Attualmente sono in linea con l’altissimo volume di vendite dello scorso anno: $ 17,8 miliardi.

Questa somma è più alta del totale delle vendite e-commerce del Brasile nel 2016. Il fondatore di Alibaba, Jack Ma, parla del Singles Day come il “Festival mondiale dello Shopping” e i rivenditori di tutto il mondo stanno rapidamente iniziando a seguire questa tendenza.

Nello stesso tempo sta però intensificando i peggiori aspetti del consumismo: i danni ambientali, le spese e i comportamenti inutili e una certa insoddisfazione per gli acquirenti.

Lo shopping online amplifica i costi ambientali del consumo

La produzione dei beni venduti nel Singles Day utilizza risorse naturali e inquina il nostro ambiente. La moda, da sola, rappresenta il 28,5% delle vendite e ha un impatto diretto sull’ambiente locale. Il 20% dei fiumi e dei laghi in Cina è stato contaminato a causa dei prodotti usati per la stampa e per il trattamento da parte dell’industria tessile.

“Il Singles Day è una catastrofe per l’ambiente. Non solo crea enormi quantità di rifiuti, ma le emissioni di CO2 prodotte dalla produzione, dagli imballaggi e dalle spedizioni sono enormi “, afferma Nie Li, la campaigner toxics di Greenpeace per l’Asia orientale.

I dati provenienti dalla Cina indicano che:

  • Le vendite di abbigliamento durante il Singles Day hanno prodotto 258.000 tonnellate di emissioni di CO2. Avremmo bisogno di 2,58 milioni di alberi per assorbire il tutto.
  • L’uso di telefoni cellulari e computer per effettuare ordini online ha prodotto 3,22 milioni di tonnellate di CO2 nel 2015.
  • Il tasso di riciclaggio dei materiali di imballaggio rimane basso. Meno del 10% di carta, cartone e imballaggi di plastica utilizzati nella consegna vengono riciclati.

Dagli scaffali direttamente alla pattumiera

L’aggressivo slogan “Buy NOW”, che accompagna le promozioni del Singles Days, amplifica il nostro impulso all’acquisto. Le persone “continuano ad essere ingannate, ma poiché gli articoli sono così economici, non gli importa e continuano a comprare e comprare, alimentando un circolo vizioso”, sostiene il campaigner di Greenpeace Walton Li di Greenpeace Hong Kong.

In un sondaggio commissionato da Greenpeace Hong Kong, i motivi più citati per buttare via i beni non utilizzati e comprati durante l’euforia da shopping del Singles Day erano la scarsa qualità, la misura sbagliata e il fatto che il prodotto sembrava diverso da quello che si aspettavano di ricevere gli acquirenti.

Uno su quattro articoli di moda acquistati online da Hong Kong non viene indossato più di due volte prima di essere gettato via. Tutto ciò si traduce in circa 5,8 milioni di capi che vengono smaltiti ogni anno.

Walton Li: “Certo, il costo del rimorso personale è basso, ma l’ambiente sta pagando il conto e quei costi sono alti”.

Lo shopping non ci rende felici

Le prove suggeriscono che lo shopping non porta alla vera felicità. È un modo per ammazzare il tempo, alleviare lo stress ed evitare la noia. Ma il brivido economico di comprare qualcosa di nuovo muore abbastanza velocemente. Metà delle persone intervistate ha dichiarato che l’eccitazione immediata di un’abbuffata di shopping per negozi è durata meno di un giorno.

Se sei tentato di comprare qualcosa al Singles Day, pensa alle conseguenze. Fare shopping è questione di un attimo, ma le conseguenze per il nostro bel pianeta restano.

Perché non FARE QUALCOSA (MAKE SMTHNG) invece di andare a fare shopping?

Dai nuova vita agli abiti e alle scarpe che non indossi più e pensi di sostituire
Ripara il tuo vecchio telefono o i giocattoli di tuo figlio
Produci i tuoi cosmetici e i prodotti per la pulizia
Crea arredi, utensili e accessori usando quello che già possiedi, e che avresti gettato via

Condividi quello che sai fare: sarai di ispirazione per altri!

 

Un movimento globale di persone che scelgono di creare, invece di comprare.
Perchè il consumo eccessivo danneggia il Pianeta! PARTECIPA AGLI EVENTI NELLA TUA CITTA’

STAI CERCANDO UN'IDEA? LASCIATI ISPIRARE!

Tira fuori il maker che è in te: inizia ora! Maker, artisti e gruppi di persone hanno realizzato tutorial e video creativi. Guarda, crea, lasciati ispirare e aggiungi le tue idee #MakeSmthng.

Risorse

Il brand di Make Something Week è free for use!

Usa i file in download per creare la tua campagna e condividere le tue iniziative. Inizia ora! Maker, artisti e persone come te hanno realizzato tutorial e video creativi. Guarda, impara e inizia subito a creare!